Top
Fabio Benvenuti, Author at Terra dei Figli Blog
fade
6
archive,author,author-fabiob_tdpb,author-6,eltd-core-1.2.1,flow child-child-ver-1.0.1,flow-ver-1.6.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-type2,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-header-style-on-scroll

IMBALLAGGI, NON CONVINCE LA PROPOSTA UE SUL NUOVO REGOLAMENTO. PROCACCINI (FDI): “CI RIPORTA INDIETRO DI DECENNI. CI OPPORREMO”

Contrordine cittadini europei: il riciclo dei prodotti non va più bene, si cambia ancora! Sembrava un provvedimento utile e ben fatto ma neppure stavolta l’Europa sembra averla fatta giusta. A scatenare le polemiche è la nuova proposta avanzata dalla Commissione europea, un regolamento per limitare l’utilizzo degli imballaggi. La sostanza del provvedimento prevede la promozione di imballaggi multiuso per sostituire quelli in plastica monouso e il divieto di alcuni tipi di imballaggi dispendiosi (si va da mini contenitori in uso negli hotel agli imballaggi raggruppati di lattine...

Contrordine cittadini europei...

continua a leggere

PERICOLO PESTICIDI NELLE ACQUE ITALIANE, MA LA NOSTRA AGRICOLTURA È LA PIÙ GREEN D’EUROPA   

Allarme pesticidi nelle acque italiane, soprattutto nel nord della penisola. A finire nei nostri corsi d’acqua soni ben 183 tipi diversi di pesticidi, con prevalenza di erbicidi, in particolare i diserbanti, cioè sostanze che vengono utilizzate sui terreni e quindi portate via dalle piogge proprio verso i corsi d’acqua. Meno incidente è la presenza di insetticidi e fungicidi, che sono sparsi sulle foglie e quindi raggiungono le acque con maggiore difficoltà. Sono questi i risultati più significativi emersi dall’ultimo rapporto (2019-2020) elaborato dall'Ispra (Istituto superiore per la...

Allarme pesticidi nelle acque...

continua a leggere

TRANSIZIONE ENERGETICA, GLI OBIETTIVI DEL NUOVO GOVERNO E LA SFIDA TECNOLOGICA

Il tema della sicurezza energetica, inteso come fattore per garantire indipendenza economica (e quindi anche politica) e la crescita dell'Italia, è tra le priorità del nuovo governo, così come sottolineato anche dal Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, nel suo discorso alle Camere. Se nell’immediato l’esigenza pressante per l’esecutivo di centrodestra è trovare le risorse da destinare ad abbattere le bollette per imprese e famiglie, la strategia di medio e lungo periodo è certamente quella di adottare misure strutturali per instradare il nostro Paese verso l’indipendenza energetica. I punti fondamentali del...

Il tema della sicurezza e...

continua a leggere

UN OCEANO DI PLASTICA: CAMBIARE I SISTEMI DI SMALTIMENTO PER EVITARE DISASTRI AMBIENTALI

Gli oceani come discariche, gli oceani come grande area in cui sversare plastiche, gli oceani che rischiamo di soffocare e con loro la preziosa varietà di specie viventi di questo straordinario habitat. Non sono ancora sufficienti le misure adottate per impedire disastri ambientali a danno degli oceani ma nei giorni scorsi il Parlamento europeo ha approvato una risoluzione che mira proprio alla tutela degli oceani. “Questo atto certifica l’importanza della tutela degli oceani e della loro biodiversità per l’equilibrio dell’ecosistema marino e lo sviluppo di una economia...

Gli oceani come discariche, g...

continua a leggere

TAGLI ALL’ENERGIA, IL PIANO DELLA COMMISSIONE EUROPEA È UNA RINCORSA A SCELTE SBAGLIATE DEL PASSATO

“Il piano per la riduzione della domanda energetica lanciato dalla Commissione UE è un tentativo di rincorrere disperatamente l’emergenza energetica per colpa delle scelte sbagliate del passato. Per troppo tempo le politiche della UE in tema di energia sono state fatte obbedendo solo al velleitarismo pseudo ambientalista e senza tener conto delle reali esigenze di cittadini e imprese. Se ci fosse stata meno utopia è più realismo nelle istituzioni europee, oggi non ci troveremmo in questa situazione”. È quanto ha affermato l’europarlamentare di Fratelli d’Italia-ECR, Nicola Procaccini,...

“Il piano per la riduzione de...

continua a leggere

ENERGIE RINNOVABILI, L’ITALIA PERDE COLPI NELLA PRODUZIONE, FRENATA DELL’IDROELETTRICO A CAUSA DELLA SICCITÀ

BRUXELLES - Nel 2021 l'Australia ha scavalcato l'Italia per capacità installata di impianti solari, mentre nel periodo gennaio-maggio le fonti di energia rinnovabili hanno coperto il 32,6% della richiesta elettrica contro il 38% di un anno fa. Si tratta di due notizie non certo incoraggianti rispetto alla capacità del nostro Paese di essere virtuoso e dinamico in campo energetico.    Nel dettaglio, per quanto attiene al primo dato il rapporto annuale di SolarPower Europe evidenzia che l’Italia lascia il sesto posto nella lista dei Pesi in ambito dei...

BRUXELLES - Nel 2021 l'Austra...

continua a leggere

Una transizione verde macchiata di rosso. Danni per l’economia e l’ambiente

È stata già definita come “transizione rossa” e non più verde, a rimarcare il contenuto prettamente ideologizzato e davvero poco votato alla salvaguardia dell’ambiente, delle iniziative che l’Unione Europa intende mettere in atto per fronteggiare il cambiamento climatico. In realtà sono stati gli stessi esponenti della variopinta galassia delle forze di sinistra presenti al Parlamento di Bruxelles che hanno voluto etichettare il pacchetto di misure approvato ieri in aula dipingendolo di rosso e togliendo così ogni alibi al tentativo di far passare le attività varate come...

È stata già definita come “tr...

continua a leggere

Più ombre che luci nel nuovo piano energetico della UE”

Molte più ombre che luci nel piano energetico proposto dalla commissione europea per uscire dalla dipendenza dal gas importato dalla Russia e combattere il cambiamento climatico. È quanto ha affermato l’europarlamentare di FDI- ECR, Nicola Procaccini, responsabile del dipartimento Ambiente ed Energia del partito, commentando il RepowerEU presentato a Bruxelles. “È positivo che la Commissione apra alla modifica del PNRR, alla possibilità di poter attingere a tali fondi per aumentare la produzione energetica nazionale. Non c’è più nessuna scusa per il governo italiano, deve subito adeguare il...

Molte più ombre che luci nel ...

continua a leggere

IMPIANTI EOLICI AUTORIZZATI: SEI PASSI IN AVANTI E CENTOVENTI INDIETRO

La corsa verso la ricerca di nuove fonti di energia per affrontare la transizione indirizzata a un sistema energetico pulito e rinnovabile e l’emergenza dettata dalla guerra in Ucraina, hanno messo sul piatto del governo il via libera a un nuovo approccio anche nei riguardi dell’eolico. Dopo mesi, anni di stop, a tanti progetti presentati, nei giorni scorsi il Consiglio dei ministri ha sbloccato la realizzazione di sei parchi eolici, in grado di assicurare una potenza complessiva pari a 418 MW. Il governo è riuscito anche...

La corsa verso la ricerca di ...

continua a leggere

EMISSIONI DI CARBONIO, DALL’UNIONE EUROPEA PASSI AVANTI PER IL SOVRAPPREZZO SUI BENI CHE SOMIGLIA TANTO AI “DAZI DI CIVILTÀ”    

Ha già preso i nomi più diversi, da “Carbon tax di frontiera” a “Dazi ecologici”, forse per aggirare le forche caudine della normativa internazionale sul commercio ed evitare ulteriori tensioni nei rapporti tra gli Stati. Sta di fatto che il regolamento sul Meccanismo di Adeguamento del Carbonio alla Frontiera (letteralmente Carbon Border Adjustment Mechanism - CBAM) approvato in questi giorni dal Consiglio dell’Unione europea, fornisce un primo via libera alla imposizione di un sovrapprezzo su alcune merci importate dagli Stati dell’Unione Europea e prodotte in Paesi esteri con alte emissioni...

Ha già preso i nomi più diver...

continua a leggere