Top
Fabio Benvenuti, Author at Terra dei Figli Blog
fade
6
archive,author,author-fabiob_tdpb,author-6,eltd-core-1.2.1,flow child-child-ver-1.0.1,flow-ver-1.6.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-type2,eltd-sticky-header-on-scroll-up,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,eltd-header-style-on-scroll

TAGLI ALL’ENERGIA, IL PIANO DELLA COMMISSIONE EUROPEA È UNA RINCORSA A SCELTE SBAGLIATE DEL PASSATO

“Il piano per la riduzione della domanda energetica lanciato dalla Commissione UE è un tentativo di rincorrere disperatamente l’emergenza energetica per colpa delle scelte sbagliate del passato. Per troppo tempo le politiche della UE in tema di energia sono state fatte obbedendo solo al velleitarismo pseudo ambientalista e senza tener conto delle reali esigenze di cittadini e imprese. Se ci fosse stata meno utopia è più realismo nelle istituzioni europee, oggi non ci troveremmo in questa situazione”. È quanto ha affermato l’europarlamentare di Fratelli d’Italia-ECR, Nicola Procaccini,...

“Il piano per la riduzione de...

continua a leggere

ENERGIE RINNOVABILI, L’ITALIA PERDE COLPI NELLA PRODUZIONE, FRENATA DELL’IDROELETTRICO A CAUSA DELLA SICCITÀ

BRUXELLES - Nel 2021 l'Australia ha scavalcato l'Italia per capacità installata di impianti solari, mentre nel periodo gennaio-maggio le fonti di energia rinnovabili hanno coperto il 32,6% della richiesta elettrica contro il 38% di un anno fa. Si tratta di due notizie non certo incoraggianti rispetto alla capacità del nostro Paese di essere virtuoso e dinamico in campo energetico.    Nel dettaglio, per quanto attiene al primo dato il rapporto annuale di SolarPower Europe evidenzia che l’Italia lascia il sesto posto nella lista dei Pesi in ambito dei...

BRUXELLES - Nel 2021 l'Austra...

continua a leggere

Una transizione verde macchiata di rosso. Danni per l’economia e l’ambiente

È stata già definita come “transizione rossa” e non più verde, a rimarcare il contenuto prettamente ideologizzato e davvero poco votato alla salvaguardia dell’ambiente, delle iniziative che l’Unione Europa intende mettere in atto per fronteggiare il cambiamento climatico. In realtà sono stati gli stessi esponenti della variopinta galassia delle forze di sinistra presenti al Parlamento di Bruxelles che hanno voluto etichettare il pacchetto di misure approvato ieri in aula dipingendolo di rosso e togliendo così ogni alibi al tentativo di far passare le attività varate come...

È stata già definita come “tr...

continua a leggere

Più ombre che luci nel nuovo piano energetico della UE”

Molte più ombre che luci nel piano energetico proposto dalla commissione europea per uscire dalla dipendenza dal gas importato dalla Russia e combattere il cambiamento climatico. È quanto ha affermato l’europarlamentare di FDI- ECR, Nicola Procaccini, responsabile del dipartimento Ambiente ed Energia del partito, commentando il RepowerEU presentato a Bruxelles. “È positivo che la Commissione apra alla modifica del PNRR, alla possibilità di poter attingere a tali fondi per aumentare la produzione energetica nazionale. Non c’è più nessuna scusa per il governo italiano, deve subito adeguare il...

Molte più ombre che luci nel ...

continua a leggere

IMPIANTI EOLICI AUTORIZZATI: SEI PASSI IN AVANTI E CENTOVENTI INDIETRO

La corsa verso la ricerca di nuove fonti di energia per affrontare la transizione indirizzata a un sistema energetico pulito e rinnovabile e l’emergenza dettata dalla guerra in Ucraina, hanno messo sul piatto del governo il via libera a un nuovo approccio anche nei riguardi dell’eolico. Dopo mesi, anni di stop, a tanti progetti presentati, nei giorni scorsi il Consiglio dei ministri ha sbloccato la realizzazione di sei parchi eolici, in grado di assicurare una potenza complessiva pari a 418 MW. Il governo è riuscito anche...

La corsa verso la ricerca di ...

continua a leggere

EMISSIONI DI CARBONIO, DALL’UNIONE EUROPEA PASSI AVANTI PER IL SOVRAPPREZZO SUI BENI CHE SOMIGLIA TANTO AI “DAZI DI CIVILTÀ”    

Ha già preso i nomi più diversi, da “Carbon tax di frontiera” a “Dazi ecologici”, forse per aggirare le forche caudine della normativa internazionale sul commercio ed evitare ulteriori tensioni nei rapporti tra gli Stati. Sta di fatto che il regolamento sul Meccanismo di Adeguamento del Carbonio alla Frontiera (letteralmente Carbon Border Adjustment Mechanism - CBAM) approvato in questi giorni dal Consiglio dell’Unione europea, fornisce un primo via libera alla imposizione di un sovrapprezzo su alcune merci importate dagli Stati dell’Unione Europea e prodotte in Paesi esteri con alte emissioni...

Ha già preso i nomi più diver...

continua a leggere

L’agricoltura biodinamica resta “fuorilegge”

Se non altro l’ennesima, improvvisa polemica passata per le aule parlamentari ha avuto il merito di far conoscere meglio, e anche di fare chiarezza, il settore dell’agricoltura biodinamica.   Il punto di caduta è noto e riguarda l’approvazione da parte del Parlamento italiano della legge per la tutela, lo sviluppo e la competitività dell'agricoltura biologica, in linea con le direttive dell'Unione Europea. Ma l’aspetto che ha avvelenato il dibattito attorno a tale legge è stato, appunto, il riferimento all’agricoltura biodinamica, che alla fine è stata esclusa dal testo...

Se non altro l’ennesima, impr...

continua a leggere

LA TUTELA DELL’AMBIENTE SI FA SPAZIO IN COSTITUZIONE MA NON MANCANO DUBBI E POLEMICHE

Sono passate quasi sotto silenzio, in una sordina che sa molto di sospetto e di qualche sgradita sorpresa dietro l’angolo. Le due recenti modifiche alla Costituzione approvate dal Parlamento e che dovrebbero rendere più “green” la nostra Carta fondamentale e soprattutto il nostro futuro, hanno goduto della quasi indifferenza mediatica, con l’attenzione concentrata in gran parte sugli effetti della pandemia e sul caro bollette, prima ancora che i venti di guerra scatenati dalla brama zarista di Putin spazzassero via ogni argomentazione dalla testa della classifica dei...

Sono passate quasi sotto sile...

continua a leggere

Il sogno di energia nucleare pulita e illimitata: ecco il primo passo

Il sogno di una energia nucleare pulita e capace di fornire eccezionali quantità di energia sembra non essere più così lontano. Nel corso di un apposito esperimento in Gran Bretagna, ricercatori europei e italiani hanno infatti ottenuto una quantità di energia record da reazioni di fusione che ha conseguito una quantità di energia prodotta di 59 megajoules contro il precedente primato di 21,7. Energia termica da fusione ottenuta in un tempo di soli 5 secondi (la durata dell’esperimento). Il tutto è avvenuto ricreando il processo di fusione...

Il sogno di una energia nucle...

continua a leggere

TRANSIZIONE ENERGETICA, GAS E NUCLEARE NELL’ELENCO GREEN MA IL PARLAMENTO EUROPEO È DIVISO

La Commissione europea ha varato il testo del regolamento sulla tassonomia, inserendo gas naturale ed energia nucleare nell’elenco delle tecnologie verdi che possono essere finanziate dall’Europa. L’attesa decisione, giunta dopo settimane di un vivace dibattito a livello continentale, certamente non privo di polemiche anche roventi per le diverse posizioni assunte dai vari Stati della UE, ha visto il parere contrario di alcuni paesi membri. Energia nucleare e gas naturale vengono quindi considerati dall’Europa fonti green utili ad accelerare il percorso verso l'obiettivo zero emissioni. Per ognuna delle...

La Commissione europea ha var...

continua a leggere